DTeReTi

Formazione ed educazione digitale sulle iniziative di turismo responsabile
Digital Training and Education on Responsible Tourism Initiatives (DTeReTi)
Accordo №: 2020-1-UK01-KA226-VET-094699
Azione Chiave 2, Partenariati Strategici in IFP nell’ambito del programma Erasmus+ 2014 – 2020

Idea progettuale

Nonostante l’impatto negative del Covid-19 sull’industria del turismo, questo rimane uno dei settori economici più grandi e in più rapida crescita al mondo. C’è una tendenza crescente e maggiore consapevolezza da parte dei consumatori nei confronti del turismo sostenibile e responsabile. 

DTeReTi è un progetto condotto in partnership da tre organizzazioni provenienti da Regno Unito, Italia e Bulgaria, animate dalla stessa idea di realizzare con successo iniziative di turismo responsabile. Una delle priorità del progetto è lo sviluppo di un insieme interattivo di materiali didattici (il Compendio DTeReTi) che consente ai discenti e formatori di sviluppare conoscenze e competenze applicate trasferibili e applicabili in diversi contesti, in particolare per l’efficace attuazione di iniziative di turismo responsabile nelle loro organizzazioni. 

Gli obiettivi del progetto DTeReTi sono di:

  • Creare consapevolezza in merito al turismo responsabile, comprendere le opportunità commerciali che offre e come capitalizzarle.
  • Promuovere e stimolare il turismo specializzato anziché il turismo di massa.
  • Sviluppare approcci di formazione innovativi per supportare la competitività e l’impiego a livello regionale e locale.
  • Supportare l’adozione di approcci innovativi e tecnologie digitali per l’insegnamento e l’apprendimento.
  • Sviluppare partenariati in supporto alla creazione e implementazione di buone pratiche di turismo responsabile.

Il principale gruppo target del progetto sono piccole imprese, imprenditori individuali che operano nel turismo specializzato, case familiari, piccoli comuni, inclusi comuni rurali. Questo gruppo target include inoltre utenti finali che possono direttamente beneficiare dai risultati del progetto. Anche formatori e altro personale di associazioni legate al turismo, organizzazioni di consulenza e supporto alle imprese trarranno beneficio da DTeReTi.

Partner

European Strategic Partnerships Ltd., Regno Unito

European Strategic Partnerships Ltd. (ESP) è un istituto di formazione professionale oltre che organizzazione ospitante e d’invio con sede a Londra, nel Regno Unito. La società offre corsi di formazione professionale sia in modalità in presenza che online finalizzati ad ottenere varie qualifiche, principalmente nel settore alberghiero e della ristorazione. L’obiettivo principale delle attività di ESP è la formazione aziendale in presenza per i dirigenti e il personale operativo di hotel e ristoranti. La società si avvale di 25 formatori esperti e altamente qualificati, che utilizzano metodologie di insegnamento innovative e interattive. Questo ha permesso all’azienda di fornire servizi di consulenza e formazione a hotel e ristoranti nel Regno Unito e all’estero. La società collabora con diversi hotel e ristoranti, dove i tirocinanti possono beneficiare di una formazione pratica e conoscere le ultime innovazioni e tendenze del settore, oltre alla formazione teorica.

I membri di European Strategic Partnerships Ltd. sono giovani volontari e cittadini attivi che partecipano volontariamente a tutte le attività sopra menzionate e lavorano per integrare e superare i problemi dei giovani. L’organizzazione integra anche giovani con esigenze particolari e con minori opportunità che vengono coinvolti nelle attività e aiutati a risolvere i loro problemi.

Sito web:

www.euro-stp.co.uk

Euroform RFS, Italia

Euroform RFS è un’organizzazione no-profit italiana fondata nel 1996 e specializzata in formazione e orientamento professionale. Negli anni, ha ampliato la propria offerta formativa dedicata a diverse tipologie di professioni. Oggi vanta una vasta gamma di corsi in diversi settori (informatica, lingue, sicurezza sul lavoro, amministrazione e gestione aziendale, ecc.).
Euroform RFS promuove la mobilità internazionale attraverso la formazione all’estero di studenti, apprendisti, neolaureati, laureati e giovani disoccupati grazie alla partecipazione a diversi progetti comunitari. Euroform RFS opera come organizzazione accreditata dalle Regioni Calabria e Piemonte per l’orientamento e l’inserimento lavorativo.
Enoltre, crede e promuove l’inclusione sociale delle minoranze e delle persone svantaggiate; dal 2014 , infatti, si impegna a favorire l’integrazione dei migranti e dei richiedenti asilo in Italia.
EEuroform RFS promuove interventi di ricerca e sviluppo nel settore dell’istruzione per testare costantemente metodi e strumenti didattici innovativi.

Sito web:

Euroform RFS

ONG Check Point Sofia, Bulgaria

L’ONG “Check Point Sofia” è un’organizzazione no-profit fondata a Sofia, in Bulgaria. L’organizzazione si concentra sullo sviluppo delle attività giovanili e dei servizi di formazione professionale, sul miglioramento della condizione dei giovani e sulla promozione del loro impegno civico, principalmente attraverso la creazione di misure efficaci e attive per il loro sviluppo.

L’azienda ha una grande responsabilità nel sostenere la comunità locale ed è attivamente coinvolta nella promozione delle regioni turistiche in Bulgaria e nell’attuazione di pratiche di turismo sostenibile. Per garantire la qualità dei prodotti e lo sviluppo di competenze competitive, l’organizzazione si concentra sulla formazione interna continua.

I professionisti dell’organizzazione hanno una lunga esperienza con persone che affrontano l’esclusione sociale. Attraverso attività di istruzione e formazione, applicano modelli e pratiche di successo per l’inclusione. “Check Point Sofia” applica metodi di formazione non formale, che si sono dimostrati efficaci nel trattare con gruppi target difficili. L’organizzazione collabora strettamente con diverse istituzioni e ONG.

Sito web:

www.ngocheckpoint.eu

Partner

Associati

British Tourism Industry Group

BTIG è il principale gruppo stakeholder di VisitBritain, e si riunisce con cadenza trimestrale. Riunisce rappresentanti di alto livello del governo, dell’industria e degli eventi turistici per discutere di questioni rilevanti per il settore. Facilitando il dialogo strategico tra VisitBritain e l’industria turistica in generale, il BTIG consente a VisitBritain di svolgere il suo ruolo statutario di consulente di fiducia del governo in materia di turismo. Il gruppo è presieduto dal direttore generale di VisitBritain, Sally Balcombe.

Associazione Italiana per il Turismo Responsabile

It is a non-governmental and non-profit association. It has no profit-making intentions, either direct or indirect. AITR is inspired by ethical and democratic principles and so promotes and coordinates activities that support a tourism that is responsible, sustainable and ethical. It aims to raise awareness among citizens, promote lifestyles and a consumerism that is fair to all involved.

Camera del Turismo Bulgara

È la prima e la più grande organizzazione non governativa in Bulgaria che si occupa di turismo. Comprende oltre 800 membri (organizzazioni provenienti da tutte le regioni della Bulgaria) società e proprietari di alberghi e ristoranti, agenzie di viaggio, organizzazioni non governative, istituti scolastici, pubblicitari, assicuratori, membri individuali. È membro dell’International Council of Tourism Partners (ICTP) e del National Council of Tourism. I suoi obiettivi sono: unire, rappresentare e difendere gli interessi dei suoi membri; contribuire a creare le condizioni per uno sviluppo turistico sostenibile; contribuire alla formazione e alla qualificazione del personale nel settore del turismo; assistere il governo e le organizzazioni non governative nella preparazione di regolamenti per il settore del turismo; partecipare alla promozione dei prodotti turistici bulgari e contribuire al miglioramento della qualità dei prodotti turistici e proteggere gli interessi dei consumatori; promuovere pratiche turistiche responsabili. Il coinvolgimento delle suddette organizzazioni sosterrà le attività del progetto e contribuirà alle attività di divulgazione. Contribuirà inoltre all’effetto moltiplicatore del progetto e all’ampia diffusione dei suoi risultati a livello nazionale ed europeo.

British Tourism Industry Group

BTIG è il principale gruppo stakeholder di VisitBritain, e si riunisce con cadenza trimestrale. Riunisce rappresentanti di alto livello del governo, dell’industria e degli eventi turistici per discutere di questioni rilevanti per il settore. Facilitando il dialogo strategico tra VisitBritain e l’industria turistica in generale, il BTIG consente a VisitBritain di svolgere il suo ruolo statutario di consulente di fiducia del governo in materia di turismo. Il gruppo è presieduto dal direttore generale di VisitBritain, Sally Balcombe.

Sito web:

British Tourism Industry Group

Associazione Italiana per il Turismo Responsabile

È un’associazione non governativa e senza scopo di lucro: non ha intenti di lucro, né diretto né indiretto. L’AITR si ispira a principi etici e democratici e pertanto promuove e coordina attività a sostegno di un turismo responsabile, sostenibile ed etico. Mira a sensibilizzare i cittadini, a promuovere stili di vita e di consumo equi per tutti i soggetti coinvolti.

Sito web:

Italian Association for Responsible Tourism

Camera del Turismo Bulgara

www.btch.bg

 

È la prima e la più grande organizzazione non governativa in Bulgaria che si occupa di turismo. L’associazione conta più di 800 membri: organizzazioni provenienti da tutte le regioni della Bulgaria, aziende e proprietari di hotel e ristoranti, agenzie di viaggio, organizzazioni non governative, istituti di istruzione, agenzie pubblicitarie, assicuratori, membri individuali. I suoi obiettivi sono: unire, rappresentare e difendere gli interessi dei membri; contribuire a creare le condizioni per lo sviluppo sostenibile del turismo; contribuire alla formazione e alla qualificazione del personale nel settore del turismo; assistere il governo e le organizzazioni non governative nella preparazione di regolamenti per il settore turistico; partecipare alla promozione dei prodotti turistici bulgari e contribuire al miglioramento della qualità dei prodotti turistici.

Intellectual outputs

IO1 - Guida Utente DTeReTi "Come diventare responsabili?"

Panoramica della Guida per gli studenti “Come diventare responsabili?”: 

La Guida all’apprendimento per le PMI del turismo intitolata “Come diventare responsabili?” fornisce un approccio graduale all’attuazione di pratiche di turismo responsabile nelle PMI. La Guida comprende cinque sezioni: contesto e comprensione del turismo responsabile, sviluppo della strategia, implementazione, requisiti e panoramica. La Guida è stata concepita per facilitare le PMI nell’applicazione di pratiche di turismo responsabile nelle loro organizzazioni. Può essere utilizzata come strumento di autoapprendimento dalle PMI e dalle associazioni legate al turismo, dalle organizzazioni di supporto alle imprese e dai centri di formazione per informare e formare i loro clienti, studenti o allievi. La Guida per lo studente può anche essere utilizzata da PMI e imprenditori per un’autovalutazione, al fine di determinare il proprio livello di consapevolezza e identificare le aree in cui potrebbero aver bisogno di migliorare la loro conoscenza riguardo le pratiche di turismo responsabile. 

 

Obiettivi di apprendimento: 

Gli obiettivi di apprendimento della Guida per gli studenti “Come diventare responsabili?” sono pensati per aiutare gli studenti o gli allievi ad acquisire le conoscenze e le competenze necessarie per introdurre pratiche di turismo responsabile nelle loro organizzazioni. I principali obiettivi di apprendimento includono: 

  • Comprendere i principi del turismo responsabile: gli studenti o gli allievi impareranno i principi del turismo responsabile, tra cui la tutela dell’ambiente, la preservazione della cultura e l’impegno della comunità. 
  • Sviluppo di una strategia di turismo responsabile: gli studenti o gli allievi impareranno ad introdurre delle pratiche di turismo responsabile all’interno delle loro organizzazioni in modo strategico. 
  • Implementazione di pratiche di turismo responsabile: Gli studenti o gli allievi impareranno ad introdurre pratiche di turismo responsabile nella loro organizzazione, tra cui la riduzione dei rifiuti, la conservazione dell’energia e dell’acqua e il coinvolgimento della comunità locale. 
  • Misurare l’impatto delle pratiche di turismo responsabile: gli studenti o gli allievi impareranno a valutare l’impatto delle pratiche di turismo responsabile, compresi gli effetti ambientali, sociali ed economici. 
  • Marketing delle iniziative di turismo responsabile: gli studenti o gli allievi impareranno a promuovere in modo efficace le iniziative di turismo responsabile nei confronti degli stakeholder. 

 

Struttura: 

La Guida per gli studenti è suddivisa in cinque sezioni: 

  • Panoramica. 
  • Background e comprensione del turismo responsabile. 
  • Sviluppare una strategia. 
  • Implementazione. 
  • Requisiti. 

 

Descrizione del contenuto: 

  • La sezione “Panoramica” introduce i concetti e le pratiche chiave trattati nella Guida. Inoltre, questa sezione sottolinea l’importanza di un approccio olistico e sostenibile alle pratiche turistiche, bilanciando i fattori economici, ambientali e sociali. 
  • Nella sezione “Background e comprensione del turismo responsabile”, gli studenti comprenderanno la definizione, i principi e l’approccio triple bottom line del turismo responsabile.  
  • La sezione “Sviluppare una strategia” si concentra sull’importanza di sviluppare una strategia di turismo responsabile che sia in linea con gli obiettivi dell’organizzazione.  
  • Nella sezione “Attuazione”, i partecipanti apprenderanno come implementare una strategia di turismo responsabile. Comprenderanno, inoltre, l’importanza della comunicazione, della formazione e il ruolo del monitoraggio e della valutazione per garantire l’efficacia della strategia. 
  • Nella sezione finale, “Requisiti”, gli studenti impareranno a conoscere i vari requisiti legali, normativi ed etici che le organizzazioni devono rispettare per essere operatori turistici responsabili. 
IO2 - Guida Utente DTeReTi "Come promuovere l’immagine responsabile dell’azienda? "

Panoramica della Guida per gli studenti “Come promuovere la mia immagine responsabile (CSR e RBI)?”: 

La “DTeReTi Guida per gli studenti – Come promuovere la mia immagine responsabile (CSR and RBI)?” è un manuale completo progettato per assistere le PMI e gli imprenditori del settore turistico nella promozione della loro Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR) e dell’Immagine Responsabile del Marchio (RBI). La guida è suddivisa in quattro sezioni principali che trattano diversi aspetti della promozione di iniziative di turismo responsabile, tra cui la Responsabilità Sociale d’Impresa nella vostra azienda, l’Immagine Responsabile del Marchio della vostra azienda, i modi per promuovere la vostra immagine di CSR e RBI nel turismo e la capitalizzazione delle opportunità online. Ogni sezione comprende esempi pratici e casi di studio per illustrare i concetti chiave e una guida passo-passo per aiutare le aziende ad implementare con successo le pratiche di turismo responsabile. La Guida è destinata ad essere utilizzata come strumento di autoapprendimento da parte delle PMI e degli imprenditori del settore turistico, nonché dalle associazioni e dalle organizzazioni di supporto alle imprese del settore turistico per formare e informare i propri clienti. 

 

Obiettivi di apprendimento: 

La Guida “Come promuovere la mia immagine responsabile (CSR e RBI)?” ha l’obiettivo di fornire agli studenti o agli allievi del settore turistico le conoscenze e le competenze necessarie per promuovere con successo la propria Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR) e l’Immagine Responsabile del Marchio (RBI). Utilizzando questa Guida, gli studenti o gli allievi otterranno quanto segue: 

  • Conoscenza delle migliori pratiche e strategie per la promozione di iniziative di turismo responsabile nella propria azienda, compresi i concetti e le tecniche chiave per l’implementazione di CSR e RBI. 
  • Competenze pratiche per implementare pratiche di turismo responsabile, compresa una guida passo-passo per integrare la CSR e l’RBI nelle operazioni di marketing della propria azienda. 
  • Comprendere come rivolgersi a un pubblico specifico e promuovere efficacemente l’immagine della propria azienda utilizzando canali online e offline. 
  • Consapevolezza dei benefici derivanti dal mantenimento di un’immagine autentica e trasparente del marchio nella promozione del turismo responsabile, tra cui la fidelizzazione al marchio e l’attrazione di un numero di clienti più ampio. 
  • Approfondimenti attraverso esempi di vita reale al fine di illustrare i concetti chiave e aiutare gli studenti o gli allievi a mettere in pratica quanto appreso nelle loro aziende. 

 

Struttura: 

La Guida “Come promuovere la mia immagine responsabile (CSR e RBI)?” è strutturata per consentire agli studenti o agli allievi del settore turistico di acquisire una comprensione completa delle iniziative di turismo responsabile e di come promuoverle efficacemente. La Guida è suddivisa in cinque sezioni principali: 

  • Responsabilità Sociale d’Impresa nella vostra azienda. 
  • Immagine Responsabile del Marchio della vostra azienda. 
  • Modi per promuovere la vostra immagine di CSR e RBI nel turismo.  
  • Sfruttare le opportunità di promozione online. 
  • Panoramica. 

 

Descrizione del contenuto: 

La Guida “Come promuovere la mia immagine responsabile (CSR e RBI)?” espone una serie di concetti chiave e di pratiche relative alla promozione di iniziative di turismo responsabile. Le diverse sezioni della Guida sono interconnesse. La prima sezione fornisce le conoscenze fondamentali necessarie per comprendere e implementare le pratiche di turismo responsabile, mentre la seconda sezione spiega come creare un’immagine del marchio autentica e trasparente che sia in linea con tali pratiche. La terza e la quarta sezione forniscono strategie e tecniche specifiche per promuovere in modo efficace le iniziative di turismo responsabile nei confronti del target di riferimento, sia online che offline. Ecco una panoramica dei punti principali trattati in ciascuna sezione della Guida: 

 

  • La sezione “Responsabilità Sociale d’Impresa nella vostra azienda” fornisce una panoramica sulla CSR e sulla sua importanza nel settore turistico. Include concetti e tecniche essenziali per l’implementazione della CSR, come l’identificazione degli stakeholder, la creazione di una strategia di CSR e la misurazione dell’impatto delle iniziative di CSR. 
  • La sezione “Immagine Responsabile del Marchio della vostra azienda” spiega il concetto di Immagine Responsabile del Marchio (RBI) e il suo rapporto con la CSR. Inoltre, contiene indicazioni su come costruire e mantenere un’immagine del marchio autentica e trasparente, compresi suggerimenti sulla creazione di un messaggio del marchio, sulla comunicazione con i clienti e sul monitoraggio della reputazione del marchio. 
  • La sezione “Modi per promuovere la vostra immagine di CSR e RBI nel turismo” esplora varie strategie per promuovere le iniziative di turismo responsabile, come le partnership con altre imprese, il coinvolgimento della comunità e la sponsorizzazione di eventi. Include anche indicazioni su come rivolgersi a un pubblico specifico e promuovere efficacemente le iniziative di turismo responsabile attraverso una varietà di canali online e offline. 
  • La sezione “Capitalizzare le opportunità di promozione online” si concentra in particolare sull’importanza della promozione online per le iniziative di turismo responsabile. Include indicazioni su come ottimizzare i canali dei social media, gestire le recensioni online e sfruttare l’influencer marketing per promuovere le pratiche di turismo responsabile. 
  • La sezione “Panoramica” riassume i concetti chiave trattati nella Guida, insieme ad informazioni aggiuntive ed esempi delle migliori pratiche. 
IO3 - Guida Utente DTeReTi "Come creare una rete locale di imprese turistiche responsabili? "

Panoramica della Guida per gli studenti “Come creare una rete locale di imprese turistiche responsabili?”: 

La Guida all’apprendimento “Come creare una rete locale di imprese turistiche responsabili?” fornisce un approccio pratico alle piccole e medie imprese turistiche (PMI) per creare una rete locale che si rappresenti come regione responsabile e sostenibile. La Guida tratta argomenti essenziali, tra cui l’identificazione degli stakeholder necessari, le risorse, lo sviluppo di una visione e di una mission, la creazione di linee guida per l’adesione, la comunicazione, i piani di sensibilizzazione, il monitoraggio e la valutazione delle prestazioni, la revisione e l’aggiornamento periodico delle linee guida. La Guida include anche buone pratiche ed esempi per illustrare questi concetti nella pratica. La Guida all’apprendimento mira a stimolare le PMI del turismo a collaborare e unire le forze per aumentare l’impatto del turismo responsabile a livello locale e nazionale. 

 

Obiettivi di apprendimento: 

Utilizzando questa Guida, gli studenti o gli allievi acquisiranno conoscenze e competenze relative al turismo responsabile, al coinvolgimento degli stakeholder, alla governance, alla comunicazione e alla sensibilizzazione, al monitoraggio, alla valutazione e alla sostenibilità. Inoltre, acquisiranno una comprensione pratica di come creare una rete locale di imprese turistiche responsabili che possano avere un impatto positivo sulla loro area locale. Gli obiettivi di apprendimento della “DTeReTI Guida per gli studenti – Come creare una rete di imprese turistiche responsabili?” sono i seguenti: 

  • Identificare i principali attori coinvolti nella creazione di una rete locale di imprese turistiche responsabili. 
  • Sviluppare una completa conoscenza delle risorse necessarie per creare e gestire una rete di successo. 
  • Imparare a stabilire una struttura di governance e processi decisionali efficaci. 
  • Comprendere l’importanza di creare un piano di comunicazione e di sensibilizzazione per promuovere la rete presso i potenziali membri e il pubblico in generale. 
  • Sviluppare la capacità di monitorare e valutare le prestazioni dei membri della rete. 
  • Imparare a rivedere e aggiornare regolarmente le linee guida e i criteri di adesione alla rete. 
  • Sviluppare un piano per garantire la sostenibilità della rete attraverso il coinvolgimento e la collaborazione di diversi stakeholder. 

 

Struttura: 

La “DTeReTi Guida per studenti – Come creare una rete locale di imprese turistiche responsabili” è strutturata in cinque sezioni:  

  • Di chi avete bisogno? 
  • Di cosa avete bisogno? 
  • Come impostare la rete? 
  • Come presentare la rete? 
  • Panoramica. 

 

Descrizione del contenuto: 

La “DTeReTI Guida per gli studenti – Come creare una rete locale di imprese turistiche responsabili?” tratta diversi argomenti importanti per la creazione di una rete di successo, tra cui il coinvolgimento degli stakeholder, la struttura di governance, la pianificazione del budget, la sostenibilità, la valutazione dei membri e la promozione efficace. I punti principali del contenuto sono: 

  • La sezione “Di chi hai bisogno?” della ” DTeReTi Guida per gli studenti – Come creare una rete locale di imprese turistiche responsabili?” delinea i principali stakeholder necessari per creare e gestire una rete fiorente di imprese turistiche responsabili. La sezione tratta dell’importanza di identificare i potenziali membri, partner e stakeholder come i funzionari governativi locali, le associazioni turistiche e le organizzazioni non governative. Sottolinea inoltre la necessità di impegnarsi con la comunità locale e con altri attori chiave dell’industria turistica per garantire che le attività della rete siano in linea con le esigenze e le priorità della zona. I punti principali del contenuto sono l’identificazione e il raggiungimento di potenziali membri, il coinvolgimento della comunità locale, la creazione di partnership con i principali stakeholder e il coinvolgimento di una gamma diversificata di attori nei processi decisionali. 
  • La sezione “Di cosa avete bisogno?” della Guida si concentra sui passi pratici da compiere per creare una rete locale di imprese turistiche responsabili. Espone concetti chiave come l’identificazione delle risorse necessarie, lo sviluppo di un piano di bilancio, la garanzia di finanziamenti e la definizione di un piano di sostenibilità. I punti principali del contenuto includono l’identificazione delle risorse umane necessarie come un coordinatore della rete, lo sviluppo di un piano di bilancio che delinei tutte le spese necessarie, la garanzia di finanziamenti da varie fonti come, ad esempio, sovvenzioni e sponsorizzazioni e la creazione di un piano per garantire la sostenibilità della rete. Questa sezione sottolinea anche l’importanza di rivedere e aggiornare regolarmente le linee guida e i criteri di adesione alla rete e di stabilire un sistema di monitoraggio e valutazione delle prestazioni dei membri. 
  • La sezione “Come creare la rete?” della Guida si concentra sui passi pratici necessari per creare una rete locale di imprese di turismo responsabile. I concetti chiave trattati in questa sezione includono la struttura di governance, i processi decisionali e la pianificazione della sostenibilità. I punti principali del contenuto includono l’identificazione dei potenziali membri e degli stakeholder, lo sviluppo di una visione e di una missione condivise per la rete, la creazione di una struttura di governance e di processi decisionali trasparenti e inclusivi, la creazione di un piano per il monitoraggio e la valutazione delle prestazioni dei membri, la regolare revisione e aggiornamento delle linee guida e dei criteri di adesione alla rete. Inoltre, la sezione sottolinea l’importanza di strategie di comunicazione e di sensibilizzazione efficaci, tra cui l’utilizzo di siti web, materiali stampati, presentazioni e workshop, campagne mediatiche e social media. Infine, la sezione evidenzia la necessità di valutare regolarmente l’efficacia degli sforzi promozionali della rete e di apportare le modifiche necessarie per garantirne il successo a lungo termine. 
  • La sezione “Come presentare la rete?” della Guida si concentra sulla comunicazione efficace e sulla promozione della rete locale di imprese di turismo responsabile presso i potenziali membri, gli stakeholder e il pubblico in generale. I concetti chiave trattati includono l’utilizzo di vari canali e piattaforme di comunicazione, come siti web, social media e campagne di comunicazione, nonché l’importanza di una messaggistica chiara e coerente. La sezione fornisce indicazioni dettagliate sullo sviluppo di un piano di comunicazione e sensibilizzazione, sulla creazione di materiali stampati efficaci e sulla conduzione di presentazioni e workshop. Inoltre, sottolinea la necessità di valutare l’efficacia degli sforzi promozionali e di apportare le modifiche necessarie. Infine, la sezione mira ad aiutare I partecipanti a promuovere efficacemente la loro rete locale di imprese di turismo responsabile e ad aumentarne la visibilità e l’impatto. 
  • La sezione Overview della “DTeReTi Guida per gli studenti – Come creare una rete locale di imprese turistiche responsabili?” fornisce una panoramica completa sul turismo responsabile, compresi i concetti chiave e i migliori esempi pratici. La sezione tratta dell’importanza della sostenibilità nell’industria del turismo, delle strategie per l’implementazione di iniziative di turismo responsabile e dei suoi benefici. La sezione comprende anche una serie di casi di studio ed esempi di iniziative di turismo responsabile di successo provenienti da tutto il mondo, che illustrano come i principi del turismo responsabile possano essere messi in pratica in vari contesti. Questi esempi forniscono ai partecipanti una guida pratica su come implementare iniziative di turismo responsabile all’interno delle loro reti locali di aziende turistiche. 

Contattaci

Per questioni logistiche e organizzative: projectmanagement@dtereti.com

Per altri argomenti: info@dtereti.com

Modulo di contatto

5 + 9 =

Il sostegno della Commissione europea alla produzione di questa pubblicazione non costituisce un’approvazione del contenuto, che riflette esclusivamente il punto di vista degli autori, e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per l’uso che può essere fatto delle informazioni ivi contenute.